DALLA CURA ALL’AUTONOMIA – La presentazione del Piano Urbano del territorio di Milano

“ …Vi chiedo di dare continuità ad un intervento di riabilitazione che è ormai storico per Milano, ma di inserirvi quegli elementi di innovazione e qualità che ne rilancino il ruolo in favore principalmente delle persone sofferenti di severi disturbi psichiatrici, delle loro famiglie ed infine dei vari Servizi Territoriali che hanno fortemente bisogno di integrare le loro attività con gli interventi territoriali di riabilitazione mirata …”

Con questa sorta di appello lanciato dai vari dirigenti dell’ATS, dal direttore del DSM del Niguarda e da funzionari regionali dell’assessorato alla sanità, si è aperta venerdì scorso la giornata di presentazione del Nuovo Progetto di Piano Urbano per la città di Milano elaborato dalla Cooperativa Sociale Ambra e tenutasi nella sala conferenze dell’Ospedale Mario Pini di Milano.

Una nuova partenza dunque dell’intervento che rappresenta la più chiara volontà della comunità milanese di applicare, attraverso il Budget di Salute, un percorso che teso alla Recovery che coinvolge almeno 130 – 150 persone del territorio.

Una sfida impegnativa che impone “a chi vi si appresta, oltreché professionalità e profondità di valori, anche di essere ambiziosi, in quanto l’obiettivo è difficile e solo mirando a questo si potrà compiere la missione che viene affidata ….”

La sfida è stata accettata dalle oltre 15 Terapiste della Riabilitazione Psichiatrica assieme alle Case Manager e al team direzionale (Polizzi Manuela – Referente d’area e responsabile del progetto / Francesca Massarotto – Coordinatrice / Valentina Gala – Coordinatrice e referente del controllo di qualità / Dr. Maranesi – Direttore Sanitario / Dr Arcadio Erlicher supervisore sulla Qualità e sulla Formazione).

La Cooperativa Ambra affronta questo impegno consapevole che il proprio ruolo si esprime attraverso l’impegno nell’individuazione del ben-essere della persona come obiettivo della progettazione nella riabilitazione psichiatrica e nelle innovative politiche di rete che la caratterizzano.