DISAGIO ED EMERGENZE A PESCARA – Una nuova opportunità di intervento in favore dei senza fissa dimora grazie al Comune e alla collaborazione con Cooperativa Sociale Ambra

Da pochi giorni è partito il Piano di accoglienza promosso dall’assessorato ai cittadini del comune di Pescara (assessore d.ssa Antonella Allegrino ) per dare una risposta – seppur di emergenza – a tutti coloro che fanno riferimento all’area del disagio sociale e che non hanno un luogo in cui passare la notte in questo inverno che comincia a far sentire la sua durezza.

Attività di estremo interesse, e che risulta indispensabile se si considera che le persone che vengono definite in situazione di estrema povertà e/o senza fissa dimora sono crescenti nell’intero territorio nazionale e a livello urbano della città, oltre a varie collocazioni private, l’offerta della struttura Monsignor Britti con i suoi 70 posti letto dovrebbe completare la capacità di accoglienza della città.

Il progetto è condiviso da più associazioni di volontariato oltre che dalla Croce Rossa.

Ambra è parte di questo progetto, fornendo e sperimentando un intervento di accompagnamento all’uso dei locali e all’accesso ai servizi sociali del territorio.

La piccola equipe, formata da educatori ed assistenti, fa riferimento ai servizi educativi della cooperativa stessa che da anni operano nel territorio abruzzese ed interagisce costantemente con le assistenti sociali del Comune e con la rete del volontariato.

Tutto il progetto e la gestione arricchisce il sistema del welfare territoriale di Pescara ed Ambra è orgogliosa di esserne parte ampliando la propria azione dal settore educativo specifico per minori all’area degli interventi in contrasto al disagio sociale.

La Referente Area Abruzzo Silvia Di Zio

Il Presidente Roberto Mainardi