Tag Results

Rinforzare la comunità ed evidenziare valori e identità cooperativa

Occasioni di incontro

Durante l’estate e in questa prima fase dell’autunno, sono tante le feste organizzate dalla nostra cooperativa, coinvolgendo i servizi di vari territori e in vari settori di attività.
Eventi che non rappresentano semplicemente occasioni di divertimento e convivialità, ma anche e soprattutto momenti di incontro e condivisione di valori e progetti.
Si è cominciato in luglio con Il Nido in Piazza a San Vito Al Tagliamento (PN) e si è proseguito, sempre relativamente ai temi educativi e dell’infanzia, con la grande Festa del decennale dei Nidi del mandamento di Gradisca d’Isonzo (GO), per finire a settembre al Nido Prampolini di Pratofontana (R.E.), con la Festa dell’Uva. I valori di partecipazione, creatività e libertà insiti nel progetto pedagogico hanno incontrato l’attenzione di famigliari, bambini, educatrici e amministratori locali, tutti partecipi dell’organizzazione facendo sì che si avviasse un confronto proficuo.
È però certamente nel campo delle politiche per gli anziani che Ambra ha promosso il maggior numero di eventi coinvolgendo molte città del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna, nel tentativo di evidenziare come, sul tema del welfare e in particolare della tutela della salute e del benessere degli anziani, vi sia un deficit di politiche propositive che va superato con l’impegno nella progettazione innovativa e con la partecipazione della cittadinanza nel tenere alta l’attenzione.
A giugno ha iniziato il Pio Istituto Elemosiniere di Venzone (UD), seguito dalla residenza Italia Rovere Bianchi di Mortegliano (UD) che, con il Comune e varie associazioni, tra cui la locale sezione degli Alpini, ha organizzato una grigliata in giardino in cui tutta la cittadinanza si è ritrovata insieme per rinforzare l’alleanza di valori e impegni in favore delle prospettive di qualità di vita per gli anziani.
Sono poi seguite le Feste a Villa Anna Rosa, a Villa Bertani e a Brescello in provincia di Reggio Emilia, a Valvasone e a S.Quirino in provincia di Pordenone.
Ogni festa, ogni incontro in piazza rappresenta un’occasione per ascoltare e proporsi, per esprimere solidarietà e contemporaneamente offrire idee e progetti per affrontare i grandi temi che creano difficoltà nelle famiglie: il lavoro, i servizi educativi per i figli o assistenziali per gli anziani, la possibilità di integrare il lavoro (quando c’è) con i tempi della famiglia, la prospettiva di un futuro per i figli.
Quanta voglia c’è di discutere, di ascoltare proposte, di chiedere conto di azioni e ruoli nella società? Le nostre feste offrono anche questa occasione di civile partecipazione e di riavvicinamento tra il cittadino e coloro che agiscono nell’economia e nel tessuto sociale del paese. Nella convinzione di essere di fronte a sfide enormi e che le risposte che si possono trovare possono anche essere parziali, siamo però convinti che essere cooperativa sociale, essere fortemente intrecciati con i sentimenti e le volontà dei cittadini, è anche il modo di valorizzare la nostra identità: impresa di persone che tiene sempre al centro il valore delle persone.
Sarebbe opportuno riflettere meglio sul significato di una partecipazione così ampia agli incontri di strada e di piazza e su quanto ciò possa essere valorizzato per una civile battaglia di rilancio dei temi del welfare e della partecipazione dei cittadini alle scelte di welfare nei territori.

Il presidente
Roberto Mainardi

Grande successo per la cena solidale a Morsano

Non è sempre facile smuovere le coscienze dall’assillo delle difficoltà quotidiane, dalla gestione di percorsi famigliari e lavorativi che questa lunga crisi economica e sociale rende sempre più complessi.
Eppure ci sono impegni e assunzioni di responsabilità che richiamano le coscienze a un sguardo più ampio dell’orizzonte domestico o locale, per rendersi conto che ognuno deve combattere la propria battaglia di salvaguardia della qualità della vita e del benessere, ma che vi deve essere spazio per sostenere coloro i quali, in varie parti del mondo, affrontano difficoltà e pericoli assolutamente non confrontabili con quelli che si affrontano in Italia e nel cosiddetto “mondo occidentale sviluppato”.
E queste persone vanno sostenute in vari modi perché così è giusto per un corretto senso di solidarietà verso coloro che soffrono e perché tutti – speriamo veramente tutti – sappiamo che il mondo è uno solo e non è possibile che il disagio e la sofferenza per fame, malattia, sfruttamento o guerra che si diffondono non abbiano ripercussioni anche sul “nostro mondo”.
Per sostenere questo impegno e operare concretamente per migliorare le condizioni di vita di alcune fasce di popolazione e in particolare dei territori a nord della Cambogia, Coop Ambra insieme ad ASP Daniele Moro e al Gruppo Alpini di Morsano Al Tagliamento (PN) lunedì 9 settembre 2013 hanno organizzato una cena sociale cittadina a cui ha dato il sostegno e l’adesione anche il comune di Morsano Al Tagliamento.
Questi sono stati i concetti sostenuti dal sindaco di Morsano Al Tagliamento, Giuliano Biasin, e da me come presidente di Coop Sociale Ambra nel presentare il progetto “Il sorriso delle bambine” a cui sta lavorando la ONG di Bologna GVC onlus e a cui Ambra e Boorea hanno aderito con un impegno che li vedrà coinvolti sino alla fine del 2014.
Una serata importante a cui hanno partecipato oltre 230 persone e che ha permesso di raccogliere una prima somma che, attraverso GVC, confluirà nel progetto in corso (approvato e parzialmente sostenuto economicamente dalla Comunità Europea) che prevede la creazione di forme di aggregazione di donne per la coltivazione di aree agricole con strumenti adeguati, la realizzazione di laboratori artigianali e la tutela delle bambine che spesso, unitamente a molte donne, vengono rapite e vendute a trafficanti di droga o costrette alla prostituzione.
Tutti i giorni come cooperatori sappiamo di avere una battaglia da affrontare per valorizzare il nostro lavoro e difenderne la dignità economica, ma sappiamo anche che se allarghiamo la nostra attenzione al tema della solidarietà e della capacità di sostenere progetti – grandi o piccoli – che aiutano chi soffre di più cambiano almeno un poco il mondo in meglio, alla fine del nostra giornata sentiamo dentro una ulteriore soddisfazione.
Essere cooperatori è anche questo.

Roberto Mainardi
Presidente Cooperativa Sociale Ambra

Nido “Il Girasole” in festa

', layer: '

Rio_web

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/3.5, 1/1250sec, ISO 160

'}, {id: 1313, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio_web1.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio_web1-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

Rio_web1

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/2.8, 1/250sec, ISO 160

'}, {id: 1314, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_2.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_2-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

Rio web_2

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/2.8, 1/1000sec, ISO 250

'}, {id: 1325, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio_web3.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio_web3-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

Cartellone

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/2.8, 1/640sec, ISO 160

'}, {id: 1322, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/rio-web_7.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/rio-web_7-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

rio web_7

Canon PowerShot SX120 IS at 7mm and f/3.2, 1/800sec, ISO 80

'}, {id: 1321, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/rio-web_6.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/rio-web_6-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

rio web_6

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/2.8, 1/1000sec, ISO 80

'}, {id: 1320, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_5.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_5-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

Rio web_5

Canon PowerShot SX120 IS at 6mm and f/2.8, 1/320sec, ISO 80

'}, {id: 1319, image: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_4.jpg', thumb: 'https://www.ambra-sociale.coop/wp-content/uploads/2013/06/Rio-web_4-150x150.jpg', permalink: '
', layer: '

Rio web_4

Canon PowerShot SX120 IS at 12mm and f/3.5, 1/1000sec, ISO 250

'} ];

Raccontare un anno di vita, di giochi, di apprendimento, di costruzione di nuove relazioni, di scoperte?
Facciamo una festa e diciamo tutto questo giocando e divertendoci a imparare qualcosa di nuovo!
Questo hanno pensato le educatrici del Nido Il Girasole di Rio Saliceto (R.E.) proponendo la grande festa di fine anno per incontrare la cittadinanza.
I bambini, insieme alle educatrici, ai genitori e ai volontari hanno allestito il grande giardino che circonda il nido e così sabato 15 giugno, dalle 9 del mattino, ha preso il via la rappresentazione di un fenomeno che da anni ormai si rinnova e si amplia a Rio Saliceto: la partecipazione, l’adesione e l’impegno della collettività in favore dei diritti dei bambini a crescere con libertà, con curiosità e in un ambiente stimolante e accogliente.
Erano presenti oltre 70 persone in uno splendido clima di unione e adesione al senso della festa.
Il Nido Il Girasole è un patrimonio del territorio grazie alla costante attenzione che l’Amministrazione Comunale vi dedica, grazie all’impegno delle operatrici di Cooperativa Sociale Ambra che con professionalità e attenzione sviluppano progetti pedagogici all’avanguardia.
Ma è un patrimonio del territorio anche grazie alla partecipazione dei genitori che costantemente sostengono le attività e sono presenti in ogni fase della vita del Nido.
Frittelle, paste, gnocco, pizzette, giochi, maschere hanno riassunto in ammirevole sintesi la bella giornata.

Roberto Mainardi
Presidente Cooperativa Sociale Ambra